Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




Inganno psicologico
Siistema di creazione del credito con cui operano le banche; ed è che la banca non ha le somme che dichiara di dare a mutuo, se non per un millesimo circa. Grazie alla combinazione di questi due principi, le banche contraggono impegni, ossia fingono di dare a mutuo, fino a 1.000 volte le loro disponibilità di danaro contante, ossia di cartamoneta. Ecco perché le banche faticano tanto a cambiare gli assegni in danaro contante. Ovviamente, su questi finti mutui esigono e raccolgono interessi veri – ossia si fanno pagare interessi su danaro che non prestano. 
Questo è il vero business delle banche: creare pseudo-danaro elettronico a costo zero e “prestarlo” contro interesse. In sostanza, il business della banca è creare “accrediti” che i cittadini, condizionati dai loro automatismi mentali, scambiano per danaro e su essi trovano logico (erroneamente e finché non riflettono) pagare interessi, non vedendo che essi non sono denaro reale che la banca già abbia di proprio, ma una creazione che la banca effettua dal nulla, con l’indebitarli, proprio grazie alla loro richiesta di credito, senza di cui la banca non potrebbe creare alcun “denaro”, quindi, che è più loro che della banca, la quale non ci mette altro che l’inganno psicologico e la sua posizione privilegiata che ha usurpato dallo Stato. 
 
 
------------------------------------------------------------------------------------------------------
Ci sono vari sistemi per non pagare più un mutuo. Uno, ad esempio, è trascinare la banca in tribunale chiedendo di fornire la prova del loro credito - il TITOLO. Poiché le banche non possono fornirlo, perché l'hanno già venduto, non possono dimostrare la titolarità del credito per DIFETTO DI LEGGITTIMAZIONE ATTIVA. Quindi, si smette di pagare il mutuo tenendo l'immobile.

-

 

--------------------------------------------------------------------------------------------

 

Proteggersi con il tasso variabile

Tra i contratti di mutuo esistono soluzioni studiate per coniugare la convenienza del tasso variabile con la stabilità del tasso o della rata.

 Tasso massimo

E' possibile acquistare un assicurazione che paghi la spesa in eccedenza qualora i tassi superino una soglia predeterminata.

Il costo della copertura viene solitamente integrato nel tasso del finanziamento, che pertanto aumenterà. In genere l'incremento si attesta tra lo 0,50% e lo 0,75%.

Il tasso massimo viene fissato due o tre punti più in alto di quello in vigore.


Rata costante

Scegliendo un contratto a durata variabile si otterrà il beneficio di una rata fissa indipendentemente dalle variazioni di tasso.

E' più una comodità che un vantaggio economico perché le variazioni esplicheranno ugualmente tutti i loro effetti. Le conseguenze verranno però assorbite dalla durata, per cui il rimborso potrà allungarsi o abbreviarsi.