Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




L’Idea hegeliana è fondamentalmente divenire e la legge  che regola tale divenire è la dialettica, che risulta essere non solo la legge di sviluppo della realtà, dunque ontologica, ma anche la legge di comprensione di questa realtà, dunque gnoseologica.Questo procedimento dialettico è detto triadico in quanto consta di tre momenti:

1)-   il primo detto comunemente tesi, dal greco titheim= pongo ( Idea in sé ) è l’affermazione              

      immediata di un concetto, è la semplice coscienza di un oggetto;

2)-   il secondo detto comunemente antitesi ( Idea fuori di sé ) è la negazione di tale concetto ed il   

        passaggio ad un concetto opposto poiché l’oggetto appare come qualcosa di altro rispetto al

       soggetto ( da notare che nella filosofia hegeliana la negazione è solo un momento che   

       costituisce un farsi del positivo).In quanto tale essa né annienta e né distrugge.Tale negazione 

       non è una negazione qualunque, ma la negazione di quella cosa determinata che si risolve ed è

       perciò negazione determinata.

3)-  il terzo detto comunemente sintesi, dal greco Syn-titheim= pongo insieme ( Idea in sé e per sé )

       è l’unificazione di questi due momenti.