Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




La Religione è Antropologia

 

 Il dio dell'uomo è l'uomo; la religione è antropologia. E' stato davvero il primo, in maniera almeno sistematica, a sostenere una tesi filosoficamente felicissima secondo la quale dio non è altro che l'uomo alienato a sé stesso e "sublimato". Marx aggiungerà (anche se in parte lo stesso Feuerbach l'aveva già detto) che questo processo di astrazione e divinizzazione della natura umana ha precise e profonde cause materiali di insoddisfazione, miseria, noia esistenziale e cioè Marx proprio grazie a lui dedurrà che anche la religione è un prodotto sociale. 

Feuerbach a mio parere è uno dei pensatori più sottovalutati. La sua è una filosofia nuova, fresca, viva e profondissima, sorretta da uno stile limpido ma elaborato, intenso e quasi lirico. Ne "L'essenza del cristianesimo" c'è un passo bellissimo dove paragona "l'estetica di dio" alla bellezza della natura e al fascino che emana, e soprattutto il brano dove sostiene che l'amore non è divino perchè noi lo riteniamo la più alta natura di dio, ma perchè è esso stesso divino, lo diamo a dio perché è divino in sé e dio diventa davvero divino perché è un dio che ama.