Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




La tecnica del controllo 1957 di Auriti & c.
----------------------------------------------------------------------
<<Questa guerra si combatte in regime di pace apparente, insinuando i propri guastatori nelle posizioni chiave che controllano la organizzazione avversaria. I soldati di questo tipo di guerra sono dei guastatori di altissima qualificazione tecnica. Dirigenti bancari, industriali, finanzieri, la cui opera è mascherata da strutture di copertura. Rappresentanze commerciali, cattedre universitarie bastano a controllare le posizioni essenziali attraverso le quali transita la linfa vitale di una nazione.
Una di queste posizioni di controllo può essere una" banca di emissione": chi controlla, indirettamente, la banca di emissione di una nazione la domina. Perché domina la borsa e la spesa, e può - sempre - strozzare tutto e tutti.
Altra posizione di controllo è l’università. Di qui con pochi uomini qualificati si può controllare la circolazione delle idee. Basta influenzare poche cattedre di economia per rendere cieco il paese, per privarlo della visione teorica del baratro a cui esso è inconsapevolmente portato. L'universitario è la pupilla della critica. Se l'occhio della critica è influenzato dallo straniero il paese muore senza vedere e senza sapere di che male muore.
La terza posizione di controllo della vita produttiva di un paese è costituita dalle fonti di energia. II controllo del settore elettrico, petrolifero, carbonifero, o atomico, permette di rallentare o accelerare lo sviluppo di tutti gli altri settori.
E potremmo seguitare. Ci limiteremo ad indagare se la tattica del sabotaggio contro la produzione italiana si è sviluppata influenzando soprattutto i due settori chiave della nostra struttura nazionale: l’università e la banca>>
- PENSIERI AURITIANI &C Scritti nel 1957