Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




Come ha già detto Sitting Duck,la rivoluzione permanente è il destino del proletariato.O meglio:la sua unica alternativa alla schiavitù capitalista. 
Rivoluzione in un solo paese è stato il comodo escamotage dialettico attraverso cui Stalin è riuscito a imporre il suo potere all'interno del PCUS(e dell'Internazionale Comunista). 

Come sappiamo è poi sfociato nel disumano e immane apparato burocratico-poliziesco concentrazionario di cui l'Arcipelag Gulag non è stato altro che la sua più prevedibile manifestazione repressiva. 

Certo Stalin non inventò proprio nulla,il Gulag esisteva già in epoca zarista e lo stesso Lenin ebbe il "piacere" di provare sulla sua pelle la brutalità della polizia più violenta e occhiuta di tutta Europa. 

Trotsky scrisse un libro "La Rivoluzione tradita"(prima di essere ammazzato in Messico da un sicario di Stalin) in cui denunciava la burocratizzazione della Rivoluzione,quell'enorme apparato burocratico che metteva la collettività al servizio di esso(e non il contrario:un po' come lo Stato italiota attuale),la nascita di burocrati e funzionari che vivevano nel lusso e poco si curavano della sofferenza delle persone.