Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




 Il concetto fondamentale è l'abolizione della proprietà privata. I macchinari delle fabbriche non devono essere di un proprietario che guadagna con il lavoro degli operai (mal)salariati, ma devono essere di chi le usa, le fa funzionare, e anche i profitti da essere ricavati devono essere equamente ripartiti tra i lavoratori. Venendo a mancare i grandi proprietari, i lavoratori devono autogestire le fabbrice e le industrie, e la stessa cosa deve avvenire nei campi, poichè operai e contadini devono unirsi conto lo sfruttamento, male di entrambi, per poter dare origine alla nuova società comunista. Ognuno deve svolgere il lavoro che sa fare, producendo seconodo le sue possibilità a vantaggio di tutti e di conseguenza riceverà ciò di cui ha bisogno, che è stato prodotto dal lavoro di tutti. 
Questa unione non si limita a i lavoratori di una città o di uno stato, ma è un'unione internzaionale, in quanto i confini sono solo l'espressione del bisogno dei padroni di dividere la proprietà privata per potersela spartire. Al lavoratore non servono i confini e non servono le guerre, frutto del poterem dell'avidità dei potenti e della brama di conquista, ma devono averfe la forza e la capacità di vivere in pace.