Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




Quando stai male vai dal medico a farti visitare.

Poi esci dal suo studio con una caterva di ricette e corri in farmacia a comprare centinaia di euro di pillole e pilloline.

Quindi torni a casa sistemi tutto sul tavolo prendi carta e penna e cominci a pianificare e organizzare come e quando assumere tutte le tue compresse.

 

Alla fine ti ritrovi con un foglio scritto fitto fitto con date giorni e orari e da quel momento la tua vita girerà intorno a quel “foglietto”.

E fai bene!

sì perchè quando si tratta della salute non bisogna badare a spese e pianificare bene sia in fase di prevenzione che di cura.

Ma hai mai pensato che la tua salute fisica è strettamente legata anche alla tua salute finanziaria?

Allora perchè quando si tratta della tua salute finanziaria non prendi nessuna iniziativa sia per prevenire che per curare?

Poi quando ti accorgi che sei in fase terminale cerchi qualsiasi soluzione che possa miracolosamente guarirti…ma a quel punti SEI FINANZIARIAMENTE MORTO.

Non mi stancherò mai di ripeterlo. Prima prendi coscienza della tua reale situazione finanziaria e prima riuscirai a venire fuori da questa difficile situazione.

Non puoi fare finta che niente sia successo. Se ricevi un decreto ingiuntivo puoi star certo che prima o poi ti arriverà pure l’atto di precetto. E subito dopo il pignoramento.

Fare finta che niente sia successo è il modo migliore per ingannare te stesso e la tua famiglia perchè così facendo fai solamente il gioco dei creditori che stanno lì appollaiati sopra la tua testa come famelici avvoltoi in attesa di spogliarti di quei beni immobiliari che hai comprato con tanti sacrifici.

Sai quante sono in percentuale le azioni esecutive di pignoramento che vengono impugnate dai debitori?

Solamente il 9%! Esatto hai capito bene…

Il restante 91% dei debitori preferisce stare lì senza fare niente e subire passivamente la sottrazione dei propri beni. Ma perchè lo fanno? Perchè sono masochisti senza scrupoli a cui piace soffrire e far soffrire la propria famiglia?

No lo fanno semplicemente perchè non sanno come difendersi. Pensano che siano di più gli svantaggi che i vantaggi. Parlare con commercialisti o avvocati…ma quanto mi costa?

Certamente, hai ragione da vendere. In giro ci sono una miriade di pseudo consulenti che non aspettano altro di speculare sulle tue disgrazie.

Ti dicono che se per caso sei vittima di un pignoramento non ti devi illudere perchè la tua casa verrà sicuramente venduta all’asta?

NON E’ VERO!

Ti dicono che analizzano gratuitamente la tua situazione e che dopo una prima e superficiale analisi puoi fare causa alla tua banca? STAI ATTENTO! Perchè il 90 per cento delle volte 

NON E’ VERO!

In questo caso, oltre a uscire soldi inutili per istruttoria e perizie varie, rischi di venire condannato per “lite temeraria” a risarcimenti che possono arrivare anche a 25 mila euro e più. 

Ti dicono che basta mettere i tuoi beni in un trust?

NON E’ VERO!

E anzi se lo fai non solo ti verranno revocati tutti gli atti di trasferimento compiuti in frode ai creditori ma verrai perseguito dalla polizia tributaria per gravi inadempienze alle norme della legge sull’antiriciclaggio (e qui si va sul penale).

Potrei continuare all’infinito ma mi fermo qua.

Se proprio decidi di risolvere il tuo problema anzichè di subirlo passivamente, allora è meglio che ti fai assistere da un professionista abilitato (commercialista o avvocato) ma accertati che sia esperto assoluto in materia. E che nell’esercizio della sua professione si occupi solo di quello e di nient’altro.

Se invece ti trovi già nelle mani sbagliate di uno di questi pseudo consulenti alloraDENUNCIALO!

L’esercizio abusivo delle professioni è un reato penale severamente punito dalla legge.

In ogni caso segnati bene i passi fondamentali che devi seguire per iniziare a difenderti dai creditori.

1° STEP: PRENDI COSCIENZA DELLA TUA SITUAZIONE

Per potere risolvere il problema devi conoscere bene la tua realtà attuale. Devi sapere a che punto ti trovi.

Per farlo devi sederti magari insieme alla tua famiglia e scrivere nel dettaglio l’elenco dei tuoi debiti.

Devi suddividerli per categoria (banche, finanziarie, fisco ecc.). Inizia da quelli scaduti e poi prosegui con quelli a scadere che pensi di non riuscire a pagare.

Questo primo step è importantissimo perchè come vedremo non tutti i creditori vanno gestiti allo stesso modo. 

2° STEP: QUALI SONO I DANNI CHE POSSONO DERIVARE DA QUESTA SITUAZIONE

 Questo step si ricollega quello di prima. Occorre valutare bene la cosa peggiore che può capitare se non inizi subito a cercare di risolvere questa situazione. 

Per questo è fondamentale che t divida l’elenco dei tuoi creditori in più parti. Devi scrivere per primi i cosiddetti crediti privilegiati, ossia quelli che vantano una qualsiasi forma di garanzia, pegno o ipoteca sui tuoi beni. E poi via via tutti gli altri.

Non importa la grandezza del debito ma i diritti reali che gravano sui tuoi beni.

Quindi ipotizzando che hai un debito con Equitalia o Riscossione Sicilia (se vivi in Sicilia) di 10 mila euro ed un con Compass di 50 mila euro ma l’Ente della Riscossione ha provveduto a trascrivere già un’ipoteca legale sulla tua abitazione, è a questo debito che devi dare priorità.

Ovviamente le due posizioni debitorie dovranno essere risolte entrambe, ma verranno trattate e gestite in maniera nettamente differente.

3° STEP: COME DIFENDERTI DAI CREDITORI

Se stai leggendo questo articolo pensando di contattarmi per essere aiutato a non pagare i tuoi debiti con il solo scopo di “fregare” i tuoi creditori ti dico subito che sei nel posto sbagliato.

Perchè non solo non ti aiuterò ma ti denuncerò alle autorità competenti. E stai pur certo che se anche volessi nascondere le tue vere intenzioni io ti sgamerò in tempo niente.

Se invece sei una persona che sta attraversando un momento di vera e seria difficoltà allora sei capitato nel posto giusto al momento giusto. 

Sicuramente stai subendo le pressioni di banche, finanziarie e pure quelle di diverse società di recupero crediti che conoscono perfettamente tutti i tuoi punti deboli.

Sanno cosa dirti per terrorizzarti, quando dirtelo e soprattutto come dirtelo. Non si affidano mai a metodi legali o a comunicazioni ufficiali.

Ti perseguitano via sms, email, telefono e nei casi più gravi si appostano per giorni sotto casa.

E quasi sempre cercano di contattare anche persone a te vicine stressando pure loro per i tuoi problemi.

Ebbene sappi che tu NON SEI UN CRIMINALE! Anche se sono molto bravi a farti dubitare che realmente lo sei.

Sei solo una persona in difficoltà che ha dei diritti che devono essere rispettati. Nella maggior parte dei casi l’utilizzo dei loro metodi è illegale. E tu li devi costringere a fare rispettare i tuoi diritti. 

Sono tante le leggi a tuo favore e che ti tutelano: la legge sulla privacy, sullo stalking, sulle estorsioni, sull’usura e sulla trasparenza dei contratti.

Sono leggi a cui sono costretti a piegarsi perchè devono obbligatoriamente osservarle.

Devi fare come quel 9% che generalmente riesce a risolvere i loro problemi debitori perchè hanno deciso di fare rispettare i propri diritti.

Gli strumenti per fare rispettare i propri diritti e per uscire definitivamente da questa situazione sono molteplici ma vanno cucite addosso alla tua particolare situazione come un abito di alta sartoria. 

Quando senti uno dei famosi pseudi consulenti di cui abbiamo parlato prima che ti dice che non è possibile ridurre il debito con Equitalia o con Riscossione Sicilia puoi dirgli tranquillamente che STA MENTENDO.

Nelle procedure della ex L.3/2012 (Legge sul Sovraindebitamento) è contemplata pure questa opportunità.

Ma…

4° STEP: DEVI RIVOLGERTI AD UN ESPERTO

Ci sono alcuni siti internet che a pagamento ti forniscono delle guide su come liberarti dai debiti. All’interno ci trovi lettere, fac simili, consigli ecc.

Di per se tutto questo potrebbe esserti utile per cominciare a conoscere meglio alcuni tecnicismi legati alla tua situazione ma per risolvere per sempre il tuo problema non basta scrivere quattro lettere o cercare solo di guadagnare tempo.

NON PUOI RISOLVERE DA SOLO IL TUO PROBLEMA

Hai bisogno di un esperto che conosca bene i punti deboli dei tuoi avversari.

Quando ti arriva un pignoramento ormai manca poco perchè la tua casa venga venduta all’asta.

Come abbiamo visto il 91 per cento dei debitori si arrende e subisce tutto passivamente. 

I più disperati arrivano persino a compiere gesti drammatici sia per se che per gli altri. E il creditore che conosce benissimo la situazione psicologica che stai vivendo ne approfitta.

A tal punto che oramai non si preoccupano più nemmeno di affidarsi a bravi avvocati. Infatti consapevoli del fatto che tanto il 91 per cento dei loro bersagli si arrende senza lottare perchè sprecare ulteriori risorse per il restante 9%?

La procedura per ottenere un pignoramento è lunga, costosa e complessa. E il più delle volte è viziata da errori che ti possono permettere di allungare i tempi di 10 o 15 anni.

A quel punto anche il creditore è disposto a trattare per chiudere la pratica il prima possibile e a cifre molto ma molto più basse o a condizioni impensabili fino a poco tempo prima.

Ma per riuscirci occorre essere esperti di diritto immobiliare e bancario.

E diciamocelo chiaramente TU NON LO SEI

Allora devi decidere. Vuoi fare parte del 91% o di quel 9% che è riuscito a risolvere i suoi problemi per sempre?