Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




La creazione dell’agenda del Nuovo Ordine Mondiale (NOM) è stata messa in moto dal famigerato personaggio, Mayer Amschel Rothschild, colui che decise di controllare l’intero pianeta con tutti i mezzi necessari. Sicuramente questo ha significato: inganno, controllo, schiavitù fiscale, ricatto e omicidio, ma anche cose molto più gravi come: guerre, fame e spopolamento, un genocidio come non ce ne sono stati prima. 

Sono il clan più ricco del mondo, e il loro impero è stato costruito su montagne di ossa e di sofferenza.

 

1773 – Mayer Amschel Rothschild raduna 12 dei suoi amici più influenti e li convince che se mettono insieme le loro risorse, possono comandare il mondo. Questo incontro avviene a Francoforte, in Germania. Rothschild informa anche i suoi amici che ha trovato il candidato perfetto per guidare l’organizzazione che ha pianificato, un individuo con un incredibile intelletto e ingenuità – Adam Weishaupt.

1 maggio 1776 – Adam Weishaupt (nome in codice Spartacus) fonda una società segreta chiamate l’Ordine degli Illuminati. Weishaupt è professore di legge canonica all’università di Ingolstadt in Bavaria, parte della Germania. Gli Illuminati vogliono stabilire un Nuovo Ordine Mondiale. Gli obiettivi sono i seguenti:

1. Abolizione di tutti i governi;
2. Abolizione della proprietà privata;
3. Abolizione dell’eredità;
4. Abolizione del patriottismo;
5. Abolizione della famiglia;
6. Abolizione della religione;
7. Creazione di un governo mondiale.

Luglio 1972 – L’Ordine degli Illuminati si unisce alla Massoneria al Congresso di Wilhelmsbad. Il conte di Virieu, partecipante alla conferenza, va via visibilmente scosso. Quando gli viene chiesto dei “tragici segreti” che ha portato con lui, risponde: ”Non ve li confiderò. Posso solo dire che tutto ciò è molto più serio di quanto pensiate.” Da questo momento in poi, secondo il suo biografo, “Il conte parlò della Massoneria solo con orrore.

L’emblema dell’Ordine degli Illuminati comparve per la prima volta sul retro delle banconote da un dollaro nel 1933. Alla base della piramide si può leggere l’anno 1776 (MDCCLXVI in numeri romani). L’occhio che guarda in tutte le direzioni è l’”occhio che spia tutto” che simboleggia l’agenzia terroristica, simile alla Gestapo, messa su da Weishaupt. Le parole latine “annuit coeptis” significano “la nostra impresa (cospirazione) è stata coronata con successo.” Sotto, “noveus ordo seclorum” spiega la natura dell’impresa: un “nuovo ordine sociale” o un “nuovo ordine mondiale”.

1785 – Un corriere degli Illuminati chiamato Lanze viene colpito da un fulmine, e muore mentre viaggia su un cavallo nella città di Ratisbon. Quando funzionari bavaresi esaminano il contenuto delle sue borse, scoprono l’esistenza dell’Ordine degli Illuminati, e trovano i piani con i dettagli della Rivoluzione Francese. Il governo bavarese cerca di avvertire quello francese del disastro imminente, ma il governo francese non da retta all’avvertimento. Gli ufficiali bavaresi arrestano tutti i membri degli Illuminati che riescono a trovare , ma Weishaupt e altri si sono nascosti e non vengono trovati.

1796 – La Massoneria diventa un punto focale delle elezioni presidenziali americane, John Adams vince le elezioni opponendosi alla Massoneria e suo figlio, John Quincy Adams, avverte della minaccia tremenda che le logge Massoniche costituiscono per la nazione: “Io credo in coscienza e in verità che l’Ordine della Massoneria è, se non il più grande, uno dei più grani mali morali e politici sotto cui l’Unione sta lavorando.

1797 – John Robinson, professore di storia naturale all’Università di Edimburgo in Scozia, pubblica un libro intitolato Prove di una cospirazione in cui rivela che Adam Weishaupt cercò di reclutarlo. Espone i fini diabolici degli Illuminati al mondo.

1821 – George W. F. Hegel formula quella che viene chiamata la dialettica hegeliana – il processo tramite cui gli obiettivi degli Illuminati sono raggiunti. Secondo la dialettica hegeliana, tesi più antitesi uguale sintesi. In altre parole: prima crei una crisi, poi c’è un grande grido di protesta del pubblico perché deve essere fatto qualcosa per risolvere il problema, quindi viene offerta una soluzione che porta i cambiamenti che si volevano dal principio, ma che le persone non erano inizialmente state disposte ad accettare.

1828 – Mayer Amschel Rothschild, che finanzia gli Illuminati, esprime il suo totale disprezzo verso i governi nazionali che cercano di regolamentare i Banchieri Internazionali come lui:

Permettetemi di produrre e controllare i soldi di una nazione, e non mi importa chi scrive le leggi.

1848 – Moses Mordecai Marx Levy, alias Karl Marx, scrive Il manifesto comunista. Marx è membro di un’organizzazione di facciata degli Illuminati chiamata la Lega del Giusto. Non solo sostiene cambiamenti economici e politici; sostiene anche cambiamenti morali e spirituali. Crede che la famiglia debba essere abolita e che tutti i bambini debbano essere cresciuti da un’autorità centrale. Esprime il suo atteggiamento verso Dio dicendo:

Dobbiamo combattere tutte le idee predominanti di religione, dello stato, di paese, di patriottismo. L’idea di Dio è il fondamento di una civiltà perversa. Va distrutta.

22 gennaio, 1870 – In una lettere al leader rivoluzionario italiano Giuseppe Mazzini, Alber Pike – Gran comandante supremo della Giurisdizione meridionale del Rito scozzese della Massoneria – annuncia la nascita di una società segreta all’interno della società segreta:

Dobbiamo creare un super rito, che resterà sconosciuto, a cui chiameremo quei Massoni di alto grado o che selezioneremo. Con riguardo ai nostri fratelli massoni, questi uomini dovranno giurare sulla più assoluta segretezza. Attraverso questo rito supremo, governeremo su tutta la Massoneria che diventerà un centro internazionale, il più potente, perché la sua direzione sarà sconosciuta.

Questa società ultra segreta è chiamata “Nuovo e riformato Rito palladiano”. (Per questo motivo circa il 95% degli uomini coinvolti nella Massoneria non sanno quali siano gli obiettivi dell’organizzazione. Credono erroneamente che sia solo una organizzazione comunitaria che fa del bene.)

1875 – L’occultista russa Helena Petrovna Blavatsky fonda la Società Teosofica. Madame Blavatsky sostiene che i santi tibetani dell’Himalaya, che lei chiama Maestri di Saggezza, hanno comunicato con lei a Londra telepaticamente. Insiste nel sostenere che i cristiani hanno capito al contrario – che Satana è buono e Dio è cattivo. Scrive:

 

I cristiani e gli scienziati devono rispettare di più gli indiani. La saggezza dell’India, la sua filosofia e i suoi conseguimenti devono essere conosciuti in Europa e in America.

1884 – La Società Fabiana venne fondata in Gran Bretagna per promuovere il Socialismo. La Società Fabiana prende il suo nome dal generale romano Fabius Maximus, che combattè contro l’esercito di Annibale in piccole schermaglie debilitanti, invece di tentare con una battaglia decisiva.

14 luglio, 1889 – Alber Pike istruisce i 23 Consigli supremi del mondo. Rivela chi è il vero oggetto dell’adorazione massonica:

A lei, sovrano grande ispettore generale, noi diciamo questo, e potrà ripeterlo ai fratelli del 32°, 31° e 30° grado: la religione massonica dovrà essere, per tutti noi iniziati dei più alti gradi, mantenuta nella purezza della dottrina luciferina.

1890–1896 – Cecil Rhodes, studente entusiasta di John Ruskin, è primo ministro del Sud Africa, una colonia inglese al tempo. Riesce a sfruttare e controllare oro e diamanti del Sud Africa. Lavora per portare tutte le porzioni abitabili del mondo sotto il dominio di un’elite dominante. A questo scopo usa una parte delle sue ricchezze per istituire le famose borse di studio Rhodes.

1893 – La Società Teosofica sponsorizza un Parlamento delle religioni del mondo che si tiene a Chicago. Lo scopo della convention è di introdurre concetti hindu e buddisti, come la reincarnazione, in Occidente.

1911 – Il partito socialista della Gran Bretagna pubblica un opuscolo intitolato Socialismo e religionein cui vengono dichiarate le sue posizioni sul cristianesimo: “È dunque una profonda verità che il socialismo è il naturale nemico della religione. Un socialista cristiano è infatti un anti-socialista. Il cristianesimo è l’antitesi del socialismo.”

1912 – Il colonnello Edward Mandell House, un consigliere del presidente Woodrow Wilson, pubblica Philip Dru: amministratore, in cui promuove “il socialismo come sognato da Karl Marx.”

3 febbraio, 1913 – Il 16° emendamento della costituzione americana, che rende possibile per il governo federale imporre una progressiva tassa sul reddito, viene ratificata. Il punto n. 2 delManifesto Comunista richiede una imposta sul reddito progressiva. (In Canada, l’imposta sul reddito viene introdotta nel 1917 come “misura temporanea” per finanziare le guerre.)

1913 – Il presidente Woodrow Wilson pubblica La nuova libertà in cui rivela:

Da quando sono entrato in politica, ho principalmente ricevuto delle confidenze da alcuni uomini. Alcuni dei più potenti uomini in Amaerica, nel campo del commercio e della manifattura, hanno paura di qualcuno, hanno paura di qualcosa. Sanno che c’è una potenza da qualche parte, così organizzata, così sottile, così attenta, così allacciata, così completa, così persuasiva che è meglio parlarne sottovoce se la si vuole condannare.

23 dicembre, 1913 – La Federal Reserve (che non è né federale né riserva – è un’istituzione privata) viene creata. Venne pianificata durante un incontro segreto nel 1910 a Jekyl Island, in Georgia, da un gruppo di politici e di banchieri, compreso il colonnello House. La Federal Reserve trasferisce il potere di creare soldi dal governo americano a un gruppo privato di banchieri. Il Federal Reserve Act passa frettolosamente prima dell’interruzione natalizia. Il parlamentare Charles A. Lindbergh Sr. (padre del famoso aviatore) avverte:

Questo atto instaura il più grande fondo sulla terra. Quando il Presidente firmerà questo atto il governo invisibile, provato che esiste dall’investigazione del Money Trust, sarà legalizzato.

1916 – Tre anni dopo aver reso il Federal Reserve Act legge, il presidente Woodrow Wilson osserva:

Sono molto scontento. Ho inconsapevolmente rovinato il mio paese. Una grande nazione industriale è controllata dal suo sistema di credito. Il nostro sistema è concentrato. La crescita della nazione, quindi, e tutte le nostre attività sono nelle mani di pochi uomini. Siamo arrivati a essere uno dei governi peggio condotti e più controllati e dominati del mondo civilizzato. Non più un governo della libera opinione, non più un governo di convinzione e del voto di maggioranza, ma un governo di opinione e coercizione di un piccolo gruppo di uomini dominanti.

1917 – Con l’aiuto di finanzieri a New York e a Londra, V. I. Lenin riesce a rovesciare il governo russo. Lenin più in là commenta l’apparente contraddizione dei collegamenti tra i capitalisti prominenti e il comunismo:

Esiste anche un’altra alleanza – al primo sguardo strana, sorprendente – ma se ci pensate è un’alleanza con un fondamento e facile da capire. Questa è l’alleanza tra i nostri leader comunisti e i vostri capitalisti.

(Ricordate la dialettica hegeliana?)

30 maggio, 1919 – Importanti personalità inglesi e americane istituiscono l’Istituto reale di affari internazionali in Inghilterra e l’Istituto di affari internazionali in America durante un incontro organizzato dal colonnello House; vi parteciparono vari socialisti fabiani, compreso l’economista John Maynard Keynes.

1920 – L’inglese Winston Churchill riconosce il collegamento tra gli Illuminati e la Rivoluzione bolscevica in Russia. Osserva:

Dai giorni di Spartacus-Weishaupt a quelli di Karl Marx, a quelli di Trotsky, Bela Kun, Rosa Luxembourg ed Emma Goldman, questa cospirazione mondiale per il rovesciamento della civiltà e per la ricostruzione di una società sulle basi di uno sviluppo bloccato, di cattiveria invidiosa e di impossibile uguaglianza, sta crescendo costantemente. Ha giocato un ruolo decisamente riconoscibile nella tragedia della Rivoluzione francese. È stata la molla di ogni movimento sovversivo del diciannovesimo secolo, e adesso questa banda di personalità fuori dall’ordinario dal sottosuolo delle grandi città d’Europa e d’America hanno influenzato il popolo russo e sono diventate padrone indiscusse di quell’enorme impero.

 

 

1920‑1931 – Louis T. McFadden è il Presidente della Commissione su finanza e valuta. Sulla Federal Reserve, il deputato McFadden nota:

“Quando l’atto della Federal Reserve è passato, la gente degli Stati Uniti non ha capito ch si stava creando un sistema bancario mondiale. Un super stato controllato da banchieri internazionali e industriali internazionale che agivano insieme per schiavizzare il mondo per il loro tornaconto. La Federal Reserve ha tentato qualsiasi cosa pur di nascondere il suo potere, ma la verità è che ha usurpato il governo. Controlla tutto qui, e controlla tutti i nostri rapporti con l’estero. Fa e disfa governi a suo piacimento.” Sulla grande depressione e l’accettazione da parte del paese del nuovo patto della Federal Reserve, asserisce: “Non è stato un incidente, ma un accadimento pianificato attentamente. I banchieri internazionali hanno cercato di far nascere una situazione di disperazione in modo da emergere come governanti di tutti noi”.

1921 – Il colonnello House riorganizza il ramo americano dell’Istituto per gli affari internazionali nel Consiglio per le relazioni estere (CFR). (Negli ultimi 60 anni, l’80% delle cariche più alte in ogni amministrazione – sia democratica che repubblicana – sono state occupate da membri di questa organizzazione.)

15 dicembre 1922 – Il CFR appoggia il governo mondiale nel suo magazine “Affari Esteri”. L’autore Philip Kerr dichiara:

“Ovviamente non ci saranno né pace né prosperità per l’umanità fino a quando la terra rimarrà divisa in 50 o 60 stati indipendenti, fino a quando non verrà trovato una specie di sistema internazionale. Il vero problema oggi è quello del governo mondiale.”

1928 — “La cospirazione aperta: modelli per una rivoluzione mondiale” di H. G. Wells viene pubblicato. Ex socialista fabiano, Wells scrive:

“Il mondo politico della cospirazione aperta deve indebolire, cancellare, incorporare e sostituire i governi esistenti. La cospirazione aperta è l’erede naturale degli entusiasmi socialisti e comunisti; potrebbe controllare Mosca prima di New York. Il carattere della cospirazione aperta verrà pienamente alla luce. Sarà una religione mondiale.”

1933 — “La forma delle cose a venire” di H.G. Wells viene pubblicato. Wells predice una seconda guerra mondiale nel 1940, causata da una disputa tra Germani e Polonia. Dopo il 1945, ci sarebbe una crescente mancanza di sicurezza pubblica nelle aree “infette criminalmente”. Il piano per lo “Stato Mondiale Moderno” avrebbe avuto successo al terzo tentativo, e sarebbe venuto fuori da qualcosa accaduta a Basra, in Iraq. Il libro inoltre afferma che:

“Nonostante il governo mondiale stia avanzando alla luce del sole da alcuni anni, anche se genera paura e se ne parla male, non trova nessuna opposizione.”

21 novembre, 1933 – In una lettera al colonnello Edward M. House, il presidente Franklin Roosvelt scrive:

“La realtà della questione è che, come sia io che lei sappiamo, un elemento finanziario nei centri più grandi possiede il governo sin dai giorni di Andrew Jackson.”

Marzo 1942 – Un articolo della rivista TIME fa la cronaca di come il Consiglio Federale delle Chiese (che più tardi diventerà il Consiglio Nazionale delle Chiese, una parte del Consiglio Mondiale delle Chiese) sfrutti il suo peso e s’impegni per stabilire un’autorità globale. Un incontro dei più alti membri del consiglio si esprime a favore di:

1. un governo mondiale di poteri delegati;
2. forti e immediate limitazioni alla sovranità nazionale;
3. controllo internazionale di tutte le armi e le navi.

I rappresentanti (375 di loro) di circa 30 denominazioni asseriscono che “un nuovo ordine di vita economica è imminente e imperativo” — un nuovo ordine che è certo arriverà o “attraverso una cooperazione volontaria all’interno della cornice democratica o attraverso una rivoluzione esplosiva.”

28 giugno, 1945 – Il presidente degli Stati Uniti Harry Truman appoggia il governo mondiale in un discorso:

“Sarà facile per le nazioni andare d’accordo in una repubblica del mondo come lo è per noi in una repubblica degli Stati Uniti.”

24 ottobre, 1945 – La Carta delle Nazioni Unite diventa effettiva. Il 24 ottobre, inoltre, il senatore Glen Taylor (D-Idaho) introduce la Risoluzione 183, chiedendo che il senato americano dichiari ufficialmente di favorire la creazione di una repubblica mondiale, includendo una forza di polizia internazionale.

7 febbraio, 1950 – Il finanziere internazionale e membro della CFR James Warburg dichiara alla sottocommissione del senato per le relazioni estere:

“Avremo un governo globale che vi piaccia o no – per conquista o per consenso.”

9 febbraio, 1950 – La Sottocommissione del Senato per le Relazioni Estere introduce la risoluzione concorrente del Senato n.66 che comincia:

“In considerazione del fatto che, per raggiungere pace universale e giustizia, la presente carta delle Nazioni Unite dovrà essere cambiata per provvedere una vera costituzione del governo mondiale.”

1952 – L’Associazione Mondiale dei Parlamentari per il Governo Mondiale disegna una mappa per illustrare come truppe straniere occuperebbero e sorveglierebbero le sei regioni in cui gli Stati Uniti e il Canada sarebbero divise come parte del piano per il loro governo mondiale.

1954 – Il principe dell’Olanda Bernhard fonda i Bilderbergers: politici internazionali e banchieri che si incontrano segretamente ogni anno.

1961 – Il dipartimento di stato americano emette il documento 7277, intitolato “Libertà dalla guerra: il programma degli Stati Uniti per il completo e generale disarmo in un mondo in pace.” Spiega dettagliatamente un piano in tre fasi per disarmare ogni nazione e armare le Nazioni Unite con l’ultima fase in cui “nessuno stato avrebbe la potenza militare per sfidare le forze di pace delle Nazioni Unite che si sarebbero progressivamente rafforzate.”

1966 – Il professor Carroll Quigley, mentore di Bill Clinton all’università di Georgetown, è l’autore di un grosso volume intitolato “Tragedia e speranza” in cui afferma:

“Esiste ed è esistita per una generazione una rete che opera, per certi versi, nel modo in cui i radicali di destra credono che i comunisti agiscano. Di fatto questa rete, che potremmo identificare come i Gruppi della tavola rotonda, non è contraria a cooperare con i comunisti, o con altri gruppi, e lo fa frequentemente.”

“So delle operazioni di questa rete perché l’ho studiata per 20 anni e mi è stato permesso di esaminare i suoi documenti e i suoi registri segreti per due anni, all’inizio degli anni 60. Non sono avverso a questa rete o alla maggior parte dei suoi scopi e, per buona parte della mia vita, sono stato vicino a lei e ai suoi mezzi. Mi sono opposto, sia in passato che recentemente, ad alcune delle sue linee politiche, ma in generale la cosa su cui dissento di più è la volontà di rimanere sconosciuta, e io credo che il suo ruolo nella storia sia abbastanza importante da essere conosciuto”.

Aprile 1972 – Nel rivolgersi all’Associazione internazionale per l’educazione dei bambini, Chester M. Pierce, professore di Educazione e psichiatria alla Facoltà di Medicina dell’università di Harvard, disse:

“Il fatto che ogni bambino in America cominci ad andare a scuola all’età di 5 anni è folle perché va a scuola con una certa lealtà verso i padri fondatori, verso i suoi genitori, verso il credere a un essere soprannaturale. Dipende da voi, insegnanti, guarire questi bambini malati creando il bambino internazionale del futuro.”

Luglio 1973 – Il banchiere interazionale e membro fidato del sovversivo Consiglio per le relazioni estere, David Rockefeller, fonda una nuova organizzazione chiamata la Commissione Trilaterale, il cui scopo ufficiale è di “armonizzare le relazioni politiche, economiche, sociali e culturali tra le tre più grandi regioni economiche al mondo (da cui il nome “trilaterale”). Egli invita il futuro presidente Jimmy Carter a diventare uno dei membri fondatori. Il primo direttore dell’organizzazione è Zbigniev Brzezinski.

Ci sono 3 importanti aree economiche nel mondo: Europa, America del Nord, e l’Oriente (Giappone, Taiwan, Sud Corea, ecc.). Se, con il pretesto di unire le forze per affrontare la competizione economica con le altre due regioni, i paesi membri di ognuna di queste tre regioni decidono di fondersi in un singolo paese, formando 3 super-stati, allora il governo unico sarebbe fatto. Come i socialisti fabiani, loro raggiungono il loro scopo (un governo mondiale) passo dopo passo.

Questo scopo è quasi raggiunto in Europa con l’Atto singolo europeo (il trattato di Maastricht) che è stato implementato nel 1993, che pretende che ogni paese membro della comunità europea abolisca le frontiere commerciali e ceda le proprie politiche monetarie e fiscali ai tecnocrati della commissione europea a Bruxelles, in Belgio.

Nel gennaio del 2002, tutti questi paesi europei hanno abbandonato le loro valute nazionali per condividere un’unica valuta, l’Euro. In più il trattato di Nizza ha tolto più potere dai paesi per darli alla Commissione europea. Quello che era cominciato in modo innocente nel 1952 come la CEE(Comunità Economica Europea, un’autorità comune per regolare l’industria del carbone e del metallo tra le nazioni europee), alla fine è diventato un super-stato europeo.

Jean Monnet, un economista francese socialista e fondatore della CEE, pensava a questo quando ha detto: “L’unione politica segue inevitabilmente l’unione economica.” Nel 1948 affermò inoltre:

“La creazione di un’Europa unita deve essere considerato come un passo essenziale verso la creazione di un Mondo Unito.”

Per quanto riguarda l’area del Nord America, la fusione dei suoi paesi membri è in corso con il passaggio del libero scambio tra Canada e gli Stati Uniti,e poi il Messico. Nei prossimi anni, questo accordo per il libero scambio dovrebbe comprendere anche tutta l’America del Sud e Centrale, con una singola valuta per tutti.

Il presidente del Messico Vucente Fox il 6 maggio 2002, a Madrid, ha detto:

“Alla fine, il nostro obiettivo a lungo termine è di stabilire con gli Stati Uniti ma anche col Canada, il nostro altro partner regionale, un insieme di connessioni e istituzioni simili a quelle create dall’Unione Europea.”

1973 – Il Club di Roma, un operativo delle Nazioni Unite, redige un rapporto intitolato “Modello regionalizzato e adattabile del sistema mondiale globale.” Questo rapporto divide tutto il mondo in 10 regni.

1979 – Alla FEMA, che sta per Agenzia federale per la gestione dell’emergenza, viene conferito enorme potere. Ha il potere, in caso di “emergenza nazionale”, di sospendere le leggi, far spostare intere popolazioni, arrestare e detenere cittadini senza un mandato e trattenerli senza un processo. Può appropriarsi di possedimenti, scorte di cibo e sistemi di trasporto e può sospendere la Costituzione.

Non solo è l’entità più potente degli Stati Uniti, ma non è stata nemmeno creata via legge federale dal Congresso. Era il prodotto di un ordine esecutivo presidenziale. Un ordine esecutivo diventa legge semplicemente tramite la firma del presidente degli Stati Uniti, senza nemmeno essere approvato dai Rappresentanti o dai Senatori nel Congresso.

La stato di “emergenza nazionale” potrebbe essere un attacco terroristico, un disastro naturale, o il crollo dei mercati, per esempio. Ecco alcuni degli ordini esecutivi associati alla FEMA che sospenderebbero la Costituzione e la Carta dei Diritti. Questi ordini esecutivi sono stati nei registri per almeno 30 anni e potrebbero essere messi in atto da un colpo di penna del Presidente:

#10995: diritto di impadronirsi di tutti i media di comunicazione negli Stati Uniti.
#10997: diritto di impadronirsi della corrente elettrica, del carburante e dei minerali sia pubblici che privati.
#10999: diritto di impadronirsi di tutti i mezzi di trasporto, compresi veicoli personali di ogni tipo, e controllo totale di autostrade, porti e vie d’acqua.
#11000: diritto di impadronirsi di tutti gli americani e dividere le famiglie per creare forza lavoro da trasferire ovunque il governo ritenga sia necessario.
#11001: diritto di impadronirsi di ogni struttura medica, educativa e di benessere, sia pubblica che privata.
#11002: diritto di obbligare alla registrazione ogni uomo, donna e bambino negli Stati Uniti.
#11003: diritto di impadronirsi dello spazio aereo, degli aeroporti e dei velivoli.
#11004: diritto di impadronirsi di tutte le autorità immobiliari e finanziarie per stabilire “Aree designate al trasferimento”, e obbligare all’abbandono delle aree classificate come “non sicure”.
#11005: diritto di impadronirsi di ogni ferrovia, di ogni via d’acqua dell’entroterra, e di ogni struttura per l’immagazzinamento, sia pubbliche che private.
#11921: autorizza piani per stabilire il controllo del governo su paghe e salari, sui crediti e sul flusso di denaro nelle istituzioni finanziarie negli Stati Uniti.

1991 – Il presidente George Bush Sr elogia Nuovo Ordine Mondiale in un messaggio sullo stato dell’Unione:

“Ciò che è in ballo va oltre un singolo paese; è una grande idea – un nuovo ordine mondiale…raggiungere le aspirazioni universali dell’umanità…basati su principi comuni e sul ruolo della legge… L’illuminazione di un migliaio di punti luce… i venti del cambiamento sono con noi adesso.”

(Alice Bailey usò quella stessa identica espressione — “punti di luce” — per descrivere il processo di illuminazione attraverso l’occultismo.)

Giugno 1991 – I leader mondiali si riuniscono per un altro incontro a porte chiuse della società Bilderberg a Baden Baden, in Germania. Mentre era a quell’incontro, David Rockefeller ha detto in un discorso:

“Siamo grati al Washington Post, al New York Times, Time Magazine e ad altre grandi pubblicazioni i cui direttori hanno partecipato ai nostri incontri e rispettato le loro promesse di essere discreti per almeno 40 anni. Sarebbe stato impossibile per noi sviluppare il nostro piano per il mondo se fossimo stati sotto le luci della ribalta durante questi anni. Ma, il mondo ora è più sofisticato e preparato a marciare verso un governo globale. La sovranità sovranazionale di un’elite intellettuale e di banchieri mondiali è di sicuro preferibile all’auto-determinazione nazionale praticata nei secoli passati.”

29 ottobre 1991 – David Funderburk, ex ambasciatore americano in Romania, dice al pubblico del Nord Carolina:

“George Bush si è circondato di persone che credono in un unico governo mondiale. Credono che il sistema sovietico e quello americano stiano convergendo.”

21 maggio 1992 – Durante un incontro dell’organizzazione Bilderberger a Evian, in Francia, l’ex segretario di stato Henry Kissinger dichiara:

“Oggi gli americani si sarebbero indignati se le truppe delle Nazioni Unite fossero entrate a Los Angeles per ripristinare l’ordine; domani ne saranno riconoscenti! Questo è vero soprattutto se gli venisse detto che c’è una minaccia esterna, da fuori, vera o dichiarata tale, che minaccia la nostra stessa esistenza.In quel momento tutte gli abitanti del mondo supplicherebbero i leader mondiali di salvarli da questo male. Ciò che ogni uomo teme è l’ignoto. Quando viene presentata questa evenienza, i diritti individuali verrebbero ceduti per la garanzia del loro benessere garantito dal governo mondiale.”

20 luglio 1992 – La rivista Time pubblica “La nascita della nazione globale” di Strobe Talbott, studioso della Rodesia, compagno di stanza di Bill Clinton a Oxford, direttore del CFR e trilateralista (e nominato vice segretario di stato dal presidente Clinton), in cui scrive:

“L’indipendenza nazionale come noi la conosciamo è obsoleta; tutti gli stati riconosceranno un’autorità singola globale… Tutti i paesi sono in pratica composizioni sociali… Non importa quanto possano sembrare permanenti o persino sacre, sono solo artificiali e temporanee… Forse la sovranità nazionale non è stata una grande idea dopotutto… Ma ci sono voluti gli eventi del nostro meraviglioso e terribile secolo per far vincere la causa del governo mondiale.”

1993 – Un secondo Parlamento delle religioni mondiali si tiene a Chicago per il centenario del primo. Come la prima convention, anche questa cerca di unire tutte le religioni del mondo in “un armonioso insieme”, ma vuole farle “convergere di nuovo nel loro elemento originale.” Le credenze tradizionali di religioni monoteiste come il cristianesimo sono considerate incompatibili con l’”illuminazione” individuale, e devono essere cambiate drasticamente.

18 luglio 1993 – Henry Kissinger, membro del CFR e trilateralista, scrive nel Los Angeles Time, riguarda al NAFTA ( Accordo per il commercio libero nel Nord America):

“Ciò che il Congresso si troverà davanti non è un normale accordo per lo scambio ma l’architettura di un nuovo sistema internazionale…un primo passo verso un nuovo ordine mondiale.”

1994 – Nel rapporto sullo sviluppo umano, pubblicato dal Programma di sviluppo delle Nazioni Unite, c’era una sezione chiamata “Governo Globale per il 21mo secolo.” L’amministratore per questo programma fu nominato da Bill Blinton. Il suo nome è James Gustave Speth. La frase con cui comincia il rapporto è:

“I problemi dell’umanità non possono più essere risolti dal governo nazionale. Ciò che è necessario è un governo mondiale. Questo si può raggiungere al meglio rafforzando il sistema delle Nazioni Unite.”

3 maggio 1994 – Il presidente Bill Clinton firma la Decisione presidenziale direttiva 25, e poi la dichiara segreta in modo che gli americani non possano sapere cosa dice.

(Il riassunto del PDD-25 dato ai membri del Congresso ci dice che autorizza il Presidente a cedere il controllo delle unità militari americane al comando delle Nazioni Unite.)

23 settembre 1994 – I globalisti capiscono che man mano che le persone comprendono cosa succede, loro avranno un tempo limitato per rendere effettive le loro politiche. Parlando alla cena degli ambasciatori delle Nazioni Unite, David Rockefeller rimarca:

“Questa finestra di opportunità presente, durante la quale un ordine mondiale davvero in pace e interdipendente potrebbe essere costruito, non sarà aperta per molto… siamo sull’orlo di una trasformazione globale. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è la giusta crisi,e le nazioni accetteranno il Nuovo Ordine Mondiale.”

Marzo 1995 – Delegati delle Nazioni Unite si incontrano a Copenhagen in Danimarca, per discutere vari metodi per imporre tasse globali agli abitanti del mondo.

Settembre 1995 – La rivista Popular Science rivela un’installazione top secret della marina americana chiamata HAARP (Programma di ricerca aurora attiva ad alta frequenza) nello stato dell’Alaska. Questo progetto emette potente energia radio nell’atmosfera alta della terra. Uno degli obiettivi del programma è di sviluppare la capacità di “manipolare il tempo locale” usando le tecniche sviluppar eda Bernard Eastlund.

(Questo programma è in corso dal 1990.)

27 settembre 1995 – Il Forum sullo stato del mondo ha avuto luogo nell’autunno di quest’anno, sponsorizzato dalla Fondazione Gorbachev situata nel Presidio di San Francisco. Il presidente della Fondazione, Jim Garrison, presiede l’incontro dell’elite proveniente da tutto il mondo, compresi Margaret Thatcher, Maurice Strong, George Bush, Mikhail Gorbachev e altri.

La conversazione è incentrata sull’unicità del genero umano e sull’arrivo del governo globale. Il termine “autorità globale” è usato al posto di “nuovo ordine mondiale” dato che il secondo è diventato una ostacolo politico, essendo una calamita per gli oppositori al governo globale.

1996 – Il rapporto delle Nazioni Unite di 420 pagine “I nostri vicini globali” viene pubblicato. Sottolinea un piano per l’”autorità globale”, convocando una “conferenza internazionale sull’autorità globale” con lo scopo di sottoporre al mondo i necessari trattati e accordi per la ratificazione entro l’anno 2000.

2003 – Il mondo è sull’orlo di un’altra guerra globale, lo “stato di emergenza” cercato dai globalisti per imporre la legge marziale e il microchip sotto la pelle… ma con lo spostamento globale verso la consapevolezza, non avranno l’ultima parola!