Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




La UE ha sempre avuto dei problemi si sovrapproduzione e quindi per ridurne la quantità ha dato premi a chi volontariamente "metteva a riposo" (questo il significato del termine) i terreni togliendoli dalla normale rotazione agraria. Visto poi che il ritiro volontario non era così appetibile e praticato ha imposto un set a side obbligatorio per un certo numero di anni. I terreni, come già t'hanno detto, potevano essere tenuti senza coltivazione, ma leggermente lavorati oppure destinati alla coltivazioni non destinate all'alimentazione dell'uomo e/o degli animali.

------------------------------------------------------

Per set-aside si intende una forma di riposo del terreno agrario, collegata ad incentivi economici e a criteri di attuazione della politica agricola della Comunità Europea. Va intesa essenzialmente come freno alle sovrapproduzioni di grano nella Comunità e tende a mantenere alto il prezzo del grano. 

L’idea è, per il grano, di lasciare a riposo il 10% delle terre agricole, pagando come se quelle terre fossero state coltivate, in modo da mantenere un prezzo di mercato ragionevole, evitando sovrapproduzioni che avrebbero determinato un schiacciamento del prezzo al dettaglio. Non è una misura obbligatoria, chi vuole può continuare a lasciare incolta parte delle sue terre, aderendo ai sussidi. 

Ecologicamente, un terreno lasciato stabilmente incolto è preferibile, rispetto ad uno lasciato incolto per un solo anno dalla rotazione agricola in quanto le proprietà fisico-chimiche del terreno si evolvono positivamente rispetto a terreni sfruttati da coltivazioni.