Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




 

l'adozione del Six-pack

Nel settembre 2011, il Parlamento europeo ha adottato un pacchetto legislativo composto da sei regolamenti in materia economico-finanziaria, il cosiddetto "Six-pack", al fine di riformare la governance economica europea e introdurre una normativa più rigorosa in materia di politiche di bilancio. Il Six-pack è entrato in vigore il 12 dicembre 2011.

Le misure adottate mirano a rafforzare il Patto di stabilità e crescita, permettendo un controllo più rapido delle politiche fiscali e a innovare il sistema di governance con azioni preventive e azioni correttive. Le nuove misure introducono, inoltre, meccanismi che sorvegliano e prevengono una crescita smisurata dei debiti sovrani e del deficit negli Stati membri.

Le norme del Six-pack mirano anche a garantire maggiore trasparenza e democraticità nel processo decisionale, a migliorare la qualità e l'attendibilità delle statistiche, e a correggere gli squilibri economici nell'UE.

 

Ecco in breve i vari punti del pacchetto legislativo:

Regole più severe sul debito

I paesi con un rapporto debito/Pil superiore al 60% sono tenuti a ridurre progressivamente la parte eccedente di 1/20 l'anno. La Commissione può avviare una procedura d'infrazione se il ritmo di riduzione del debito non viene rispettato.

Sanzioni più efficaci

Vengono introdotte sanzioni semi-automatiche contro quei Paesi che, dopo aver commesso infrazioni, non seguono le raccomandazioni correttive, con il trasferimento dello 0,1 % del Pil annuo in un deposito infruttifero. Nel caso di statistiche fraudolente su deficit e debito, la percentuale della sanzione sale allo 0.2%.

Controllo della spesa

L'aumento della spesa pubblica degli Stati membri deve essere legato al tasso di crescita a medio termine o finanziato con tagli in altri settori o tramite l'aumento delle entrate.

Criteri comuni sui bilanci

Si prevede l'introduzione di requisiti comuni per tutti gli Stati dell'UE per quanto riguarda statistiche, previsioni, sistemi contabili, procedure di bilancio.

Prevenzione degli squilibri

Vengono adottate nuove misure di controllo sugli squilibri macroeconomici nell'UE. Misure di natura simmetrica che valutano non solo i deficit ma anche i surplus, al fine di prevenire squilibri all'interno dell'UE.

Trasparenza e democraticità

È necessaria una maggiore indipendenza degli istituti statistici, un aumento dei poteri di vigilanza della Commissione europea e una maggiore responsabilità democratica nel processo decisionale per garantire più trasparenza e democraticità.