Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




"Sono stato in Germania la settimana scorsa. Vi confermo e ribadisco che non e' percettibile alcuna apprezzabile differenza nel costo delle merci: l'euro in Italia vale tanto quanto in Germania, a differenza che all'epoca dello SME, di cui vi raccontero' la prossima volta ( ... se no esagero con gli aneddoti di vita personale). L'economia tedesca e' piu' forte e dinamica che non quella italiana, anche per la regione che ho detto qui sopra."


... 

"In questi pochi giorni in Germania, di cui parlavo, non ho raccolto un "paniere di merci" oculatamente selezionato e fatto una indagine scientifica comparando i prezzi.
In modo decisamente "casereccio", ho osservato negozi, ho chiesto informazioni, ho guardato prezzi ... ho chiesto a mia figlia che vive in Germania ... non ho notato differenze veramente apprezzabili nel costo delle merci vendute.

(parlo del valore delle merci e non del loro rapporto coi salari, in fondo e' il costo delle merci che ne determina la competitivita').

Tenete conto che negli anni '80 bazzicavo talmente la Germania che intendevo portarci tutta la famiglia: avrei evitato di dover tornare in Italia per il fine settimana per poi ripartire il lunedi' (oltretutto mia moglie era tedesca ed i miei figli hanno la doppia nazionalita' e da sempre parlano il tedesco molto meglio di me).

Per questo ricordo perfettamente la faccenda dello SME, ed il suo crollo.

Penso sappiate che il "serpente monetario" consisteva in un accordo sul cambio delle monete: 750 lire contro 1 marco. Solo che l'inflazione in Italia marciava a valori di due cifre e per anni. Con quel cambio accadeva che i pomodori costavano nettamente meno in Germania che in Italia. Io e mia moglie non abbiamo MAI comperato niente per i bambini (che allora erano piccoli) o per noi e per la casa, se non in Germania. La Germania pareva un paese del terzo mondo dove tutto e' a prezzi irrisori.

Le ditte italiane producevano e vendevano comunque (e piu' di adesso). Era chiaro pero' che quelle condizioni di cambio non erano sostenibili. Non sapevo come sarebbe successo, ma ero certo che sarebbe successo.

Mi ero anche interrogato: "quanto vale EFFETTIVAMENTE un marco?" mi ero orientato alla cifra di 1000 - 1200 lire. ...

Poi nel 1992, 12 settembre se ben ricordo lo SME crollo'. Gli speculatori sopraffecero l'intervento delle banche centrali. ... 

La mia indagine del "quanto vale un marco" non era stata poi tanto "scientifica" (per farlo occorrerebbe un "paniere" ... ecc ecc) ma ci ho beccato piuttosto bene e la base della necessita' di svalutazione della lira la si vedeva in modo veramente macroscopico.

Certo, adesso vado in Germania molto meno che allora, ma vi assicuro che questa "inflazione" di cui qualcuno parla non l'ho vista affatto. Se esiste e' francamente impercettibile, mentre quando c'era ... si vedeva che c'era.

Le ditte italiane hanno altri problemi e gli italiani hanno meno soldi in tasca per altre ragioni le quali resterebbero intatte se l'Italia uscisse dall'euro per "svalutare".

Qualcuno ha qualche dato meno misurato "ad occhio" (occhio, di uno che pero' ci ha beccato gia') su questa favolosa (o forse "fiabesca") "inflazione"?

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------