Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




 

Il crowdfunding è un nuovo segmento del più ampio campo del crowdsourcing. Fa riferimento al business di raccolta capitali online attraverso le reti sociali. L’attuale legislazione in tutto il mondo limita la raccolta di capitali ad investitori qualificati attraverso la mediazione di intermediari autorizzati. Un sistema pensato così principalmente per limitare le frodi. Ciononostante, la storia recente ha dimostrato a tutti che il sistema ha, evidentemente, delle grosse falle, visti gli scandali finanziari che si sono susseguiti negli ultimi anni. Tutti ad opera di intermediari autorizzati. Inoltre, oggi abbiamo a disposizione due strumenti potenti che fino a poco tempo fa non esistevano: Internet e i social network. Non c’è una ragione tecnica che limiti la possibilità di digitalizzare le transazioni finanziarie basate sulla fiducia: probabilmente, l’intelligenza collettiva e le conversazioni online di milioni di persone sono in grado di funzionare molto meglio nell’attività di selezione degli investimenti, previsione dei trend e protezione dalle frodi e dalle pratiche illegali di pochi.

 E allora perché il crowdfunding non è ancora legale?

Principalmente perché occorre ancora cambiare le leggi per renderlo legale e definire le modalità per attuarlo. 

 

 

Crowdfund investing framework

Prima di tutto occorre distinguere tra quello che chiamiamo il crowdfund investing e il token crowdfunding. L’ultimo è una forma di donazione o consumo (Kickstarter ad esempio), mentre intendiamo per crowdfund investing la relazione finanziaria in cui un investitore riceve dei diritti sugli asset di un futuro business in cambio di una promessa di capitale da parte dello stesso.