Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




 


Generatore a potenziale elettrostatico

Questo semplice motore utilizza il potenziale elettrostatico tra l'atmosfera e la Terra e la proprietà che le cariche elettriche di stesso segno si respingono. Se collochiamo Generatore a potenziale elettrostaticoun'antenna in alto nell'atmosfera, l'antenna e ogni oggetto ad essa collegato mediante un filo elettrico isolato possiederanno la stessa carica. Il materiale utilizzato per l'antenna determinerà la corrente di ioni prodotta. L'alluminio è una buona scelta.

Fondamentalmente il motore elettrostatico crea un percorso facile perché la carica elettrica scorra dall'atmosfera alla Terra e così facendo estrae energia.

L'immagine mostra il funzionamento del motore elettrostatico.

I due piatti sulla sinistra sono allo stesso potenziale elettrostatico dell'atmosfera e i due piatti sulla destra sono allo stesso potenziale della Terra. Il disco al centro ha una superficie conduttrice su ogni lato, e queste superfici sono divise a metà da una striscia di materiale isolante. Ogni coppia di piatti è collegata alla zona conduttrice sulla rispettiva faccia del disco da una spazzola.
Consideriamo la parte sinistra del diagramma: i piatti e la zona conduttrice sul disco possiedono la stessa carica elettrostatica quando sono collegati dalla spazzola. Quindi si genera tra di essi una forza di repulsione. Lo stesso accade sul lato destro. Comunque la cariche sulla parte sinistra del disco e sui piatti di destra sono opposte e tra di essi c'è una forza di attrazione. Allo stesso modo avviene tra la parte sinistra del disco e i piatti di destra. Il risultato è che il disco è portato a ruotare di 180º. Quando questo avviene, le spazzole toccano le facce opposte del disco e l'intero procedimento ricomincia. Una volta compiuto un primo giro per avviare il motore, esso continuerà a girare e a produrre energia elettrica.

Fonte: www.na.iac.cnr.it