Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




 

fallimento.jpgdi Gianni Fraschetti -

 

Si cerca di parlarne il meno possibile, negli ambienti contigui ai palazzi del potere e dentro gli stessi la voce circola sussurrata perche' si teme, ed a ragione, che una fuga anticipata di notizie porterebbe ad una tale clamorosa levata di scudi da parte degli italiani da rendere veramente problematica la stessa sopravvivenza del Governo.

Il buon Monti, il nostro professorino, questo gioiellino di economista, questo accademico prestatoci dalla societa' civile per sistemare la sciagurata situazione della nostra sciagurata Italia, ha in mente una di quelle operazioni che di sicuro lo consegnera' alla storia di questo paese.

Come tutti ben sappiamo Super Mario occupa la poltrona di Presidente del Consiglio per volonta' del sistema finanziario e bancario internazionale e non dorme la notte per pensare a come rivambiare i suoi generosi padroni che poi e' per questo che l' hanno piazzato li'. Perche' pensi a loro.

Le banche sono dunque state le benficiarie di provvedimenti scandalosi che hanno raggiunto l' apice con  l' esenzione    dall' IMU che da sola varrebbe una sanguinosa insurrezione. Eravamo convinti che peggio di cosi' non si possa comunque fare ma stiamo per essere clamorosamente smentiti.

Il Professore e la sua band hanno infatti in avanzata fase di studio un provvedimento che fara' sembrare quanto ha combianto fino ad ora le innocenti marachelle di un adolescente. Stanno infatti preparando la norma per i fallimenti individuali , quelli cioe' per le persone fisiche che non svolgono attivita' imprenditoriale che verranno trattate, dopo l' adozione del provvedimento, alla stregua delle imprese per espropriarle dei loro beni distruggendo loro le famiglie.

Un provvedimento aberrante, mostruoso, studiato esclusivamente per garantire banche e finanziarie.

Il Governo sta quindi studiando il modo di tutelare al massimo livello possibile il mondo finanziario presumendo di essere ormai entrati in una fase di depressione tale che anche i singoli cittadini e le famiglie avranno enormi difficolta' ad onorare puntualmente i prestiti ricevuti. Invece di studiare il modo per rinegoziare il tutto in una chiave di sostegno agli italiani si sta invece imboccando la strada opposta, ossia quella che agevolera' al massimo il recupero coattivo delle esposizioni finanziarie in sofferenza da parte delle istituzioni finanziarie che potranno avvalersi della procedura  fallimentare che abbrevia di molto i tempi, anche nei confronti del singolo vìcittadino che verra' espropriato dei suoi beni immobiliari e mobiliari. E cosi' mentre da una parte esplodono strane bombe uccidendo i nostri figli, dall' altra ci si prepara a dare il colpo di grazia al tessuto connettivo della nostra societa', la famiglia. Possiamo infatti ben immaginare quali tragedie ci aspettano se questo provvedimento vedra' la luce.