Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




Il privato che ha subito un “protesto” può essere certo che il proprio nominativo è stato inserito nell’elenco dei c.d. “cattivi pagatori” e nel circuito informatico della Camere di Commercio Italia.

Se viene richiesto un nuovo finanziamento, la società che dovrebbe erogarlo consulta la Centrale Rischi e se questa segnala che Vi sono stati oltre a dei ritardi nei pagamenti di precedenti finanziamenti, anche dei protesti, non c’è speranza, di veder esaudita la richiesta.

Essere stati protestati significa in altre parole vedersi precluso il ricorso al credito.
Ma è possibile riabilitarsi, e questo è fondamentale per rientrare allaccesso al credito dalla porta principale.

Financial Polis, grazie alla nostra pluriennale esperienza nella riabilitazione allaccesso al credito, ci proponiamo per risolvere i vostri problemi con professionalità ,trasparenza e cortesia.

Il consulente Financial Polis assisterà il cliente in tutte le fasi del processo di riabilitazione, che comprendono:


• Verifica GRATIS sulla fattibilità alla riabilitazione

• Richiesta di tutta la documentazione necessaria

• Richiesta agli uffici competenti per la cancellazione del protesto

• Verifica dell’avvenuta cancellazione

• Cancellazione dalle centrali rischi “cattivi pagatori”

• Informativa al cliente

Tutte le fasi sopra descritte porteranno alla riabilitazione allaccesso al credito nel giro 60 giorni.

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

in caso di protesto un fido viene revocato?

 

 

 
 

Non sono riuscita ad evitare la pubblicazione del protesto, da parte della camera di commercio, poichè non mi sono ancora ritornati i titoli originali, avendoli pagati, ed avendo ricevuto dalle ditte fornitrici le lettere liberatorie. Un amico avvocato mi assicura che il protesto potrà essere cancellato non appena avremo le cambiali originali. Ma nel frattempo Vi chiedo, la banca potrebbe revocarmi il fido? E un convenzionamento con una finanziaria sarebbe compromesso? E in quanto tempo è possibile provvedere alla cancellazione di un protesto?

 
 

Il debitore, che esegue il pagamento di un effetto cambiario entro 12 mesi dalla levata del protesto, può chiedere la cancellazione definitiva dal Registro Informatico dei Protesti (RIP), presentando domanda al Presidente della Camera di Commercio.

Sulla domanda decide, con determinazione, il dirigente responsabile dell’Ufficio Protesti entro 20 giorni dal deposito dell’istanza.

L’Ufficio Protesti provvede alla cancellazione del nominativo entro 5 giorni dalla data del provvedimento dirigenziale (art. 2, n. 3 L.18 agosto 2000, n. 235).

Non ci dovrebbero essere problemi per il fido già accordato. Per eventuali richieste di prestiti sarebbe prudente ed opportuno attendere la cancellazione dal RIP.