Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




Ormai da qualche tempo, e senza particolare enfasi mediatica, la Cina continua ad acquistare il debito pubblico dei paesi fragili dell'euro e ne riduce il rischio di default.

Investendo riserve valutarie in Europa, l'impero di mezzo riduce le pressioni sui titoli di Stato, favorisce l'abbassamento dei tassi di interesse dei paesi in difficoltà, alleggerisce i vincoli sul bilancio pubblico e rende meno stringenti misure deflattive che, per quanto necessarie, frenano la crescita del vecchio continente.

Dunque, di fatto, redistribuisce crescita economica dall'estremo oriente all'Europa .
Ma non a caso sorge una domanda : si tratta di un passo avanti positivo nel coordinamento globale, o piuttosto di una rapida scalata da parte dell'economia attualmente più performante, ai paese del vecchio mondo?
Non v'è dubbio che questo processo possa essere di reciproco vantaggio. Il commercio bilaterale tra Europa e Cina vale oltre 450 miliardi di dollari. Il vecchio continente è principale mercato di destinazione delle merci cinesi. Per quanto la crescita in Germania e Francia abbia ottimo vigore, la stabilizzazione dell'Europa dipenderà da quanto le economie più fragili riusciranno ad innescare rapidamente un processo di crescita. Utilizzare risorse pubbliche per progetti di investimento o politiche di sostegno dei redditi e della domanda, senz'altro favorisce la crescita e rende politicamente più sostenibile il rigore fiscale.
La riluttanza tedesca alla costruzione del fondo di stabilizzazione europeo dimostra come il debito pubblico dei singoli stati dell'euro abbia ben precisi confini nazionali. Ma gli squilibri economici non possono essere ribilanciati completamente nell'ambito dell'area dell'Euro. Dunque, anche se il Fondo di stabilizzazione è un'essenziale cassa di compensazione, ciascun paese va sul mercato per conto proprio.

Da questo punto di vista il rapporto tra Cina ed Europa ha ben poco a che vedere con quanto sta succedendo in Africa. Qui la Cina ha completamente sparigliato le carte della cooperazione allo sviluppo. Finanziando paesi e progetti di cui l'Occidente non voleva e non poteva farsi carico, di fatto ha scardinato il meccanismo di condizionalità che fino a quel momento aveva guidato la politica di aiuto allo sviluppo Usa-oriented: ti aiuto se adotti politiche di rigore macroeconomico e orientate al mercato. La Cina in Africa non chiede condizioni, ma in cambio ha accesso a risorse naturali, sviluppa nuovi mercati e favorisce l'espansionismo globale delle proprie imprese.

Ora, è difficile pensare che il supporto cinese alle politiche di stabilizzazione europee possa di fatto determinare una corruzione ed una diluzione del rigore fiscale. Al contrario, come detto sopra, rende tali politiche più credibili, smorzando il trade-off tra rigore e crescita.
Ed anche le implicazioni mercantilistiche del sostegno cinese non sono molto preoccupanti. Questo sospetto è stato alimentato dalla richiesta della Cina all'ultimo vertice con l'Unione Europea, di ottenere lo status di economia di mercato nell'ambito della Wto. Di fatto, questo passaggio renderebbe più difficile introdurre misure anti-dumping contro le importazioni cinesi. E dato che questo è il principale strumento di protezione utilizzato nei confronti della Cina, le economie occidentali sono riluttanti a fare questo passo prima della scadenza prevista del 2016.

In realtà, la dimensione del mercato europeo è tale che ogni punto di crescita in più avrebbe un impatto ben maggiore di un qualunque allentamento delle barriere alle esportazioni cinesi. Sarebbe assai miope per il gigante asiatico scambiare l'uno per l'altro e dunque condizionare l'acquisto di titoli al riconoscimento dello status di economia di mercato. Insomma, la Cina è vicina e in questo caso a vantaggio di tutti. Un passo avanti nell'integrazione virtuosa delle politiche economiche globali.

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Limitazione di responsabilità e condizioni di utilizzo

Le informazioni finanziarie presentate da Financial Polis  sono reperite con l' innovativa tecnologia WIKI. Non devono essere utilizzate per scopi fraudolenti. Per ottenere informazioni più dettagliate contattare il Fondatore Ing. Fabio Sipolino.

Condizioni di utilizzo

L'uso di questo sito web implica l'accettazione dei termini e delle condizioni sottoindicati.

Nonostante Financial Polis  ponga ogni cura per assicurare che il materiale, le informazioni e i dati (sotto indicati come “Materiale”) forniti su questo sito (definito come 'Sito Web') siano accurate e aggiornate, occorre sottolineare che il Materiale viene fornito ”tal quale” e senza garanzie di alcun tipo, né esplicite, né implicite o di tipo istituzionale, né legate a titoli o diritti di terzi.

Financial Polis si riserva il diritto, a sua totale discrezione, di aggiungere, modificare o rimuovere Materiale senza preavviso.

Il Materiale è realizzato solo a scopo di fornire informazioni generali e Financial Polis  non si assume alcuna responsabilità per le informazioni contenute nel Sito Web e declina ogni responsabilità riguardo alle informazioni fornite. Coloro che decidono di accedere al Sito Web (di seguito indicati come “Utenti”) si assumono tutti i rischi connessi all'impiego del medesimo ed esonerano Financial Polis, i suoi dirigenti, delegati ed impiegati da ogni responsabilità per eventuali danni, mancanze, perdite, costi e spese, comprese eventuali spese legali, derivanti o correlati all'uso delle informazioni, servizi o prodotti offerti e/o presentati su questo Sito Web.

Financial Polis  non fornisce alcuna garanzia che il Materiale sia privo di infezioni da parte di virus, o altre contaminazioni informatiche, o che i dati o le informazioni siano creati e strutturati in file privi di errori tecnici. Il download di qualsiasi Materiale è a totale rischio dell'Utente e l'Utente sarà il solo responsabile per ogni danno, perdita o problema, sia subito dall'Utente stesso sia causato in conseguenza ad azioni dell'Utente connesse al download e/o all'uso di qualsiasi Materiale presente sul sito di Financial Polis, o su ogni sito esterno connesso a Financial Polis. Financial Polis non è responsabile per nessun contenuto presente su ogni altro sito web accessibile tramite il Sito Web di Financial Polis, né sponsorizza o fornisce alcuna garanzia per i prodotti o i servizi forniti da terzi, né quando questi siano presenti sul Sito Web di Financial Polis sotto forma di informazioni, materiale o contenuto inclusi nel Sito Web stesso, né quando vengano indicati come riferimento né quando siano raggiungibili dal Sito Web mediante link ipertestuali.

Nel caso il Sito Web di Financial Polis  dovesse contenere dei forum in linea, o altri strumenti per l'invio di messaggi o comunicazioni, Financial Polis  non potrà essere ritenuto responsabile per il contenuto o la qualità dei contributi forniti dagli utenti di internet, inclusi quelli forniti dagli utenti denominati “Moderatori del Forum”. Le opinioni espresse dagli Utenti non rifletteranno necessariamente le opinioni di Financial Polis. Financial Polis sottolinea che i forum in linea, e gli altri strumenti per l'invio di messaggi non possano in alcun modo sostituire la consulenza individuale, o la consultazione di un professionista.

Se il sito Web di Eurordis dovesse contenere forum online, o altri strumenti per l'invio di messaggi o comunicazioni, l'utente non dovrebbe:

 

L'utente, in particolare, è consapevole e concorda sul fatto che Financial Polis non sia responsabile per qualsiasi condotta degli altri utenti, ad includere, ma non solo, i tipi di comportamento sopra citati.

L'host server del sito web è situato in Francia, e la legislazione relativa ai siti web da applicarsi è esclusivamente quella francese.

Questa limitazione di responsabilità non è intesa a escludere la responsabilità di Financial Polis nel caso di violazione di leggi nazionali né a escludere la relativa responsabilità per le questioni che non possono essere escluse secondo quella legge.

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

THIS WEB SITE IS FOR INFORMATIONAL USE ONLY, NOTHING ON THIS WEB SITE IS PRESENTED AS AN OFFER TO SELL OR A SOLICITATION OF AN OFFER TO BUY AN INTEREST IN ANY INVESTMENT FUND OR FOR THE PROVISION OF ANY INVESTMENT MANAGEMENT OR ADVISORY SERVICES.

Nothing in this site constitutes an offer or solicitation to invest in securities of any kind nor does it constitute any investment advice.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il Sistema Financial Polis, di cui Ing. Fabio Sipolino è l'unico Fondatore, è basato sulla rivoluzionaria filosofia WIKI. Qualunque informazione riportata che non fosse in regola con la NORMATIVA VIGENTE sarà rimossa o riformulata.

Qualunque PROSUMER che notasse un' anomalia in contraddizione con la NORMATIVA VIGENTE dovrà doverosamente avvertire l' unico Fondatore e Detentore del Marchio Financial Polis:  Ing. Fabio Sipolino

 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------