Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




Il modello DM10 è utilizzato dal datore di lavoro per denunciare all'Inps le retribuzioni mensili corrisposte ai lavoratori dipendenti, i contributi dovuti e l'eventuale conguaglio delle prestazioni anticipate per conto dell'Inps, delle agevolazioni e degli sgravi. Il versamento dei contributi indicati sul modello DM10 va fatto con il modello F24, con il quale si pagano anche i tributi dovuti al fisco.

IL MODELLO DM10

A decorrere dal 1° gennaio 2004 i modelli DM10/2 devono essere trasmessi mensilmente mediante l'utilizzo di Internet (legge 326/2003).
Per la generalità dei datori di lavoro il termine di presentazione del modello DM10 è fissato all'ultimo giorno del mese successivo a quello in cui è scaduto il periodo di paga a cui si riferisce la denuncia. Nel caso in cui il giorno di scadenza coincida con un giorno festivo o un sabato, la presentazione delle denunce è posticipata al primo giorno lavorativo successivo. I datori di lavoro, oltre ai dati relativi agli importi a debito e a credito, devono riportare mensilmente, in uno dei righi in bianco dei quadri "B" e "C" del modello DM10/2, anche i seguenti dati statistici:

Con il codice NR00 devono essere elencati quei lavoratori, in forza all'azienda, per i quali nel mese di riferimento non è stata corrisposta alcuna retribuzione.
Con il codice FZ00 devono essere indicati tutti i dipendenti a tempo pieno e a tempo parziale, questi ultimi calcolati in proporzione all'orario di lavoro svolto, compresi quelli ai quali non è stata corrisposta alcuna retribuzione.

IL MODELLO F24

 

 

Il modello F24 è reperibile presso gli sportelli delle banche convenzionate, dei concessionari, delle Poste Italiane, dell'Inps, dell'Inail e dell'Enpals. Inoltre, può essere prelevato dal sito Internet dell'Inps (www.Inps.it) nella sezione modulistica, in formato PDF editabile, sia nella versione standard sia in quella con calcolo automatico delle relative somme.

IL PAGAMENTO

 

 

Il modello di pagamento F24 può essere presentato di qualsiasi concessionario, banca convenzionata e presso gli uffici postali abilitati, e il relativo versamento deve essere effettuato entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui è scaduto il periodo di paga cui la denuncia si riferisce. Nel caso in cui il giorno di scadenza coincida con un giorno festivo o un sabato, il pagamento è posticipato al primo giorno lavorativo successivo. In nessun caso il modello di pagamento unificato deve essere presentato all'Inps, al Ministero delle Finanze o agli altri Enti previdenziali.

Il pagamento può essere effettuato, oltre che in contanti, anche con gli altri sistemi di pagamento indicati dalla legge:


IL MODELLO 770

 

 

Il datore di lavoro, entro il 30 settembre di ogni anno, trasmette al Ministero dell'Economia e Finanze - Agenzia per le Entrate, il modello 770 contenente i dati fiscali e previdenziali dei lavoratori. L'Agenzia per le Entrate, dopo aver effettuato i controlli fiscali, invia i dati all'Inps, che provvede all'accredito dei contributi sull'estratto conto del lavoratore.