Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




 

 

A causa della stretta del credito in questo periodo storico in Italia esiste sempre di più la ricerca di nuove forme di finanziamento ... ecco che qui iniziano le frodi.

Una di queste è ad esempio quella delle BG e MTN ... in altre parole fantomatici consulenti si presentano agli imprenditori come referenti di sconosciute società estere e inesistenti piattaforme di trading promettendo ritorni incredibili.

Di solito si parla di linee di credito passive, programmi umanitari, MT760, MT799, i 5 fantomatici Trader e altre amenità .... il tutto finalizzato a ottenere un anticipo per l' istruttoria della pratica e fare "shopping" con i documenti dell' imprenditore.

Chi opera con queste frodi sa giocare molto bene con la psicologia e mette a tacere ogni perpessità e domanda ricordando che tutto deve essere tenuto segreto a causa di chissà quale segreto universale o atto di fede.

Il fatto che questo tipo di frode faccia molta presa sulla gente è dovuta al fatto che dal dopoguerra in poi (in Germania, Giappone, Canada, ecc.) operazioni similari venivano utilizzate dai Governi ed esiste tutta una spiegazione e terminologia dettagliata di queste operazioni ... in sostanza è tutta una mistificazione partita da qualcosa di reale ma profondamente opposta a ciò che propongono.

A volte esistono anche consulenti ignari del fatto che siano frodi e propongono queste cose perchè attratti da provvigioni elevatissime che non arriveranno mai.

Solo uno Stato a moneta sovrana e che spende a deficit positivo per i suoi cittadini può generare ricchezza e benessere ... non questo ciarpame.

 

---------------------------------------------------------------------------------------------

 


PPP (Private Placement Program), piani d’investimento farlocchi

di

Dr. Lucio Sgarabotto

Analista Finanziario indipendente NAFOP

 

 

Da qualche tempo a questa parte ricevo frequentemente richieste di chiarimenti sui Programmi di collocamento privato (Private Placement Program o PPP). Sembra sia diventata una moda. Purtroppo in tempi di crisi queste sono le mode che si diffondono. Infatti, dietro ai PPP spesso si nascondono truffe note come “schema di Ponzi”. Ponzi, vissuto a cavallo tra l’800 e il ‘900, era un immigrato italiano negli Stati Uniti divenuto famoso per una frode che aveva il seguente schema: 1) promessa di rendimenti elevati senza rischi in poco tempo; 2) ottenimento effettivo di tali risultati nei tempi previsti; 3) incremento delle somme investite da parte del cliente iniziale e di altri clienti invogliati dal diffondersi delle voci; 4) pagamento dei rendimenti permesso dalle nuove sottoscrizioni; 5) interruzione dello schema quando le richieste di riscatto diventano superiori agli incassi, lasciando gli ultimi clienti con le tasche vuote.

I PPP che garantiscono rendimenti elevati senza rischi solitamente funzionano in tal maniera.

A fronte di un deposito, ma anche di beni reali (oro o immobili, per esempio), che fornisce la garanzia il gestore di PPP può operare su varie attività finanziarie. Le più frequentemente usuate sono le MTN (Medium Term Note), strumenti di debito emessi generalmente da banche, sulla cui emissione il PPP incassa una commissione o conosce già un acquirente a cui rivenderli ad un prezzo più elevato di quello d’acquisto. Partecipando con frequenza a queste emissioni e incassando le relative provvigioni ecco generati i profitti elevati. Almeno questa è la spiegazione fornita.

I nomi di questi programmi sono i più svariati e quasi sempre in inglese: “Prime Bank Investment Programs”, “Debenture Programs”, “Guarantees, High Yield Trading Programs”, “Medium Term Note Trading”, “Standby Letter of Credit Trading Programs”, “Roll Programme’s”, ecc.

Per rendere l’operazione attraente i rendimenti promessi sono elevatissimi, naturalmente senza rischio, e, per rinforzare l’idea dell’investimento esclusivo, si sostiene che l’accesso è riservato e che il programma è autorizzato dalla Federal Reserve, o dal Fondo Monetario Internazionale, o dalle Nazioni Unite e così via. Per rendere più credibile l’operazione si asserisce spesso che, data la cospicuità dei guadagni, la stessa Istituzione autorizzatrice impone che una parte dei profitti venga accantonata in un conto speciale per la guerra contro il terrorismo, l’HIV o qualche altra forma di lotta altamente morale. Anche gli importi per entrare nel Programma sono elevati, ma se non si ha l’intera cifra a disposizione è possibile comunque aderire al programma in un pool di investitori i cui fondi saranno impiegati in tutta sicurezza rimanendo nel proprio deposito.

Succede poi si venga informati che il programma è al momento esaurito, ma che, per evitare delusioni e ritardi, si potrebbe permettere al gestore di utilizzare direttamente il deposito, magari tramite delega. Accettata questa condizione il programma può partire. I rendimenti saranno inizialmente elevati e pagati con puntualità e l’investitore inconsciamente diffonderà la truffa parlando in giro degli ottimi risultati ottenuti e coinvolgendo così altre persone.

Ad un certo punto, inaspettatamente, i pagamenti verranno bloccati o subiranno ritardi. Dal gestore verranno accampate le più svariate scuse per giustificare la mancata corresponsione degli interessi: un errore della banca, un codice errato, questo mese gli utili sono stati reinvestiti, il trader si trova in missione all’estero o è stato mandato a far la guerra in Iraq. Questo è l’inizio della fine. O solo la fine.

Fornisco di seguito un elenco di parole o frasi spesso usate in questi raggiri e che dovrebbero allertare:

Humanitarian ProjectsEuropean Banking WeekEuropean Banking YearFacilitatorHigh Yield Investment ProgramCommitment HoldersPrime BanksTop Five, Ten or Twenty World BanksBank Debenture Trading ProgramsSecret Trading ProgramNon-Circumvent AgreementsNon-Disclosure AgreementsGood, Clean, Clear and of Non-Criminal Origin FundsTreasury ApprovedFed ApprovedRoll ProgrammeCompliance OfficerLondon Short FormLondon Short Form Letter of CreditProof of Fund or POFNon-Depletion AccountThe Program Grew out of the Marshall Plan or Bretton Woods Agreement

Sarebbe interessante che chi ha avuto approcci per la sottoscrizione di Private Placement Program riportasse comunicasse sia le modalità di contatto sia le società che li promuovono per verificare se i nominativi coinvolti hanno connessioni con altre truffe o frodi.

Delibera Consob n.17634 relativa ad un programma PPP

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

"I PPP non esistono, sono solo frodi internazionali: non consiglierei mai a un mio cliente di accedere a queste operazioni prive di senso "

                                                                             Ing. Fabio Sipolino

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Chiamato anche "Programma garantito di gestione patrimoniale", è un veicolo di investimento comunemente usato da investitori molto ricchi, in cui il capitale è pienamente garantito da una fideiussione con avallo bancario (quindi non vi è rischio di perdita), mentre il suo impiego è gestito ed investito in modo da dare all'investitore un profitto garantito su base periodica.
Le opportunità di investimento riguardano l'acquisto e la vendita di "obbligazioni bancarie" fatte sul mercato internazionale in programmi di trading finanziario controllato. I programmi consentono all'investitore di collocare i suoi fondi attraverso un prestabilito "Programma di gestione", che viene emesso da una banca primaria, che garantisce con fideiussione il capitale che riceve da investire, in cui l'investitore viene designato "beneficiario" della fideiussione bancaria, salvo istruzione diversa dell'investitore stesso.
La fideiussione viene emessa per garantire il capitale investito durante il tempo dell'investimento. Gli strumenti finanziari scambiati nel programma d’investimento sono "strumenti bancari" pienamente negoziabili, non ipotecati, e liberi da ogni vincolo, pretese o restrizioni.
Questi strumenti possono essere obbligazioni bancarie in forma di "Obbligazioni Bancarie di Medio Termine" con scadenza decennale, normalmente offerte ad un tasso di interesse del 7,50%, oppure "Lettere di Credito Standby" con scadenza annuale e ad interesse zero, ma con uno sconto sul valore facciale. Tutti gli strumenti bancari sono conformi alle "Norme Uniforme sui Crediti Documentari" della Camera di Commercio Internazionale di Parigi, in osservanza della "I.C.C. Publication n° 500", e delle sue successive revisioni.
Prima che un qualsiasi strumento finanziario sia acquistato, vi è già un contratto di rivendita dello stesso, di conseguenza il capitale non viene mai messo a rischio. Il conto dell'investimento conterrà sempre o fondi, o strumenti bancari di uguale o maggiore valore, e dopo ogni periodo di transazione i profitti sono distribuiti su base contrattuale e il processo si ripete per la durata di un successivo contratto.