Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




Analisi della posizione finanziaria e del profilo di Indebitamento dellEnte - Lo Screening Finanziario

 Nell’ambito del nuovo assetto economico ed amministrativo degli Enti Territoriali, sono maturate nuove concezioni nel modo di gestire e di concepire i bilanci, specialmente per quanto attiene l’indebitamento.

All’interno delle “spese rigide” di bilancio, gli oneri per il debito rappresentano una voce importante che riduce i margini di manovra dell’azienda e comprime le possibilità di accedere a nuove risorse finanziarie per attività di investimento. Le Pubbliche Amministrazioni, sono al momento attuale sempre più consapevoli rispetto al passato della necessità di operare un monitoraggio del proprio debito e della propria spesa per interessi passivi, valutando gli effetti delle variazioni della curva dei tassi sull’equilibrio finanziario e individuando potenziali opportunità di miglioramento della propria posizione debitoria.

La ricerca di un miglioramento della performance del debito, intesa come costo delle risorse finanziarie prese a prestito, a parità di livello di rischio ed orizzonte temporale, diviene perciò uno dei fulcri di una moderna gestione finanziaria e motivo d’interesse per la nuova funzione finanza delle aziende pubbliche. Del resto, non realizzare alcuna operazione in merito alla gestione del debito significa in concreto rinunciare ad un preciso compito gestionale della funzione finanza, e ciò non è in linea di principio accettabile.

 

Attraverso lo screening finanziario dell’Ente, il focus dell’attenzione è rivolto verso le passività esistenti da cui si traggono molteplici informazioni rilevanti e necessarie per le successive eventuali operazioni di gestione attiva del debito

 


In tale fase occorrerà dunque esaminare le passività che fanno capo al bilancio dell’Ente Territoriale e riclassificarle sulla base della loro “sensibilità”, ossia sulla base della loro reattività rispetto alle variazioni del tasso di interesse di mercato con riferimento ad un periodo di tempo prefissato. Saranno considerate sensibili quelle passività che nel periodo di riferimento, o sono in scadenza e generano una conseguente uscita monetaria per l’Ente, o sono sottoposte ad una revisione contrattuale avente ad oggetto il tasso di interesse applicato.

 

Tali informazioni concorreranno a formare un quadro aggiornato del debito dell’Ente e saranno funzionali all’individuazione delle seguenti eventuali soluzioni alternative