Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




Pmi, bonus per investire all'estero

Finanziamenti dalla Simest

Finanziamenti agevolati per le imprese che investono all'estero.

Particolari facilitazioni sono previste per le pmi sia in relazione alla priorità nell'accesso ad alcuni di questi finanziamenti sia in relazione alle garanzie che non sempre devono essere prestate a copertura totale dell'importo finanziato.

Creata sotto forma di spa nel 1990 (con azionista di maggioranza il Governo Italiano mentre quote minoritarie sono detenute da banche, imprese, associazioni imprenditoriali e di categoria) al fine di favorire l'internazionalizzazione delle imprese italiane attraverso la promozione degli investimenti e degli scambi commerciali all'estero, la Simest può a tal fine concedere finanziamenti ad hoc a condizioni agevolate. Un apposito comitato agevolazioni decide in merito all'accoglimento della domanda di finanziamento che deve essere accompagnata da specifiche garanzie.

I finanziamenti di Simest per investire all'estero.

Finanziamenti agevolati
per programmi
di penetrazione
commerciale

Sono finalizzati a favorire la presenza stabile e qualificata di imprese italiane in stati non appartenenti all'Unione europea attraverso la costituzione di:

rappresentanze permanenti;

uffici o filiali di vendita;

centri di assistenza ai clienti;

magazzini, depositi e sale espositive.

Il finanziamento copre fino all'85% delle spese per un importo non superiore a euro 2.065.000 elevato a euro 3.098.000 nel caso di consorzio, società consortile o raggruppamento di pmi.

Finanziamenti agevolati
per partecipazione
a gare
internazionali

Sono finalizzati a facilitare la partecipazione delle imprese italiane a gare internazionali indette in stati non appartenenti alla Unione europea. L'ammontare del finanziamento delle spese sostenute per la partecipazione alla gara varia in relazione al valore della commessa e comunque non può superare:

euro 1.032.000 per impresa beneficiaria;

euro 2.582.000 per ciascuna gara internazionale.

Finanziamenti agevolati
per studi di
fattibilità

Possono essere concessi per:

studi di prefattibilità e fattibilità collegati a commesse in cui il corrispettivo è costituito in tutto o in parte dal diritto di gestire l'opera;

studi di fattibilità collegati a esportazioni o a investimenti italiani all'estero.

Garanzie

Le garanzie richieste per i finanziamenti agevolati sono rappresentate da:

fideiussione, bancaria o assicurativa, redatta secondo uno schema predisposto dalla stessa Simest e rilasciata da banche o compagnie assicurative di gradimento della Simest;

fideiussione di Consorzi di garanzia collettiva fidi (Confidi) convenzionati con la Simest;

pegno su titoli.

Inoltre per i finanziamenti relativi a programmi di penetrazione commerciale è prevista la possibilità di prestare una garanzia integrativa e sussidiaria, stabilita dalla legge 57/2001, riservata alle pmi che non sono in grado di fornire integralmente idonee garanzie fino al massimo del 40% dell'ammontare del finanziamento.