Financial Polis

  Expand All  |  Contact All

 




La Traditio

 

Nel mutuo la traditio rei può essere realizzata attraverso l'accreditamento in conto della somma mutuata a favore del mutuatario ed in genere ponendo la somma mutuata nella disponibilità giuridica del mutuatario stesso e, una volta avvenuta la traditio, la realità del mutuo non può retroattivamente venir meno in ragione della maggiore o minore durata del tempo in cui permane la disponibilità del numerario, o del titolo rappresentativo di esso, nelle mani del mutuatario, prima che alla somma sia dato l'impiego dal mutuatario medesimo (o anche dal predetto d'accordo con il mutuante) divisato.

 

Cass. civ., Sez. III, 21/12/1990, n.12123

Qui ricorrono due errori:

Il primo errore è, di nuovo, quello di presupporre che vi sia una somma di denaro (contante).

Il secondo sulla traditio rei, ossia la consegna della cosa, del denaro che non può essere mai realizzata mediante l’accreditamento. Traditio rei significa trasferimento della cosa, del denaro, in proprietà. Trasferimento del diritto di proprietà, ossia di un diritto reale – jus in re. Invece accreditamento significa attribuzione di un diritto di credito. Sono concetti elementari del diritto, che i giudici non potevano ignorare. Dire che il trasferimento di proprietà avvenga mediante accreditamento è una contraddizione in termini. Più che di un errore, si tratta quindi di un andar contro l’art. 1813 c.c.

 

Ma la III Sezione ha idee poco chiare anche in campo monetario: ad es., crede (Sent. 12324/2005) che gli assegni circolari siano interamente coperti ex art. 82 RD 1736/33, onde essi “assicurano al legittimo portatore la sicurezza di conseguire la somma in denaro in essi indicata” – mentre la riserva o cauzione che la detta norma prescrive (ma non garantisce!) è solo frazionaria e teorica, molteplicemente eludibile.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ci sono vari sistemi per non pagare più un mutuo. Uno, ad esempio, è trascinare la banca in tribunale chiedendo di fornire la prova del loro credito - il TITOLO. Poiché le banche non possono fornirlo, perché l'hanno già venduto, non possono dimostrare la titolarità del credito per DIFETTO DI LEGGITTIMAZIONE ATTIVA. Quindi, si smette di pagare il mutuo tenendo l'immobile.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Dal 2007 cambiare il proprio mutuo casa costa meno, grazie alla riduzione o cancellazione della penale di estinzione.

Inoltre, la Legge n. 40/2007 (Legge Bersani) e la Legge Finanziaria hanno stabilito costi ridotti o nulli per la surroga o portabilità, una procedura semplificata per “trasferire” il proprio mutuo da una banca ad un’altra e modificare i parametri del mutuo stesso, rendendo ancora più facile e conveniente la sostituzione del vecchio mutuo.

Adottando la procedura di surroga, in base anche alle  tue esigenze, puoi, ad esempio:

- cambiare il tipo di tasso (fisso, variabile o misto) che avevi scelto;

- allungare la durata del mutuo e di conseguenza ridurre l’importo delle rate. Con il Mutuo Surroga non è possibile richiedere somme aggiuntive rispetto al debito residuo.